IMG_4882.JPG

Martedì, 04 Dicembre 2018 11:11

Le opere di Rubens, Van Dyck, Ribera in mostra a Palazzo Zevallos Stigliano di Napoli

Scritto da 

Dal 6 dicembre 2018 al 7 aprile 2019 in esposizione la collezione dispersa della famiglia Vandeneynden, successivamente appartenuta ai principi Colonna di Stigliano che negli ultimi decenni del Seicento abitarano la dimora di via Toledo 

Peter Paul Rubens, Banchetto di Erode (1635-1638 ca), olio su tela, 208 x 272 cm. Edimburgo, National Galleries of Scotland - particolare Peter Paul Rubens, Banchetto di Erode (1635-1638 ca), olio su tela, 208 x 272 cm. Edimburgo, National Galleries of Scotland - particolare

NAPOLI - Dopo lunghi studi e ricerche che hanno permesso di approfondire e ricomporre “la collezione del principe”,  la mostra dal titolo Rubens, Van Dyck, Ribera. La collezione di un principe”, ospitata dal 6 dicembre a Palazzo Zevallos Stigliano, si configura come una sorta di “ritorno a casa”, in considerazione del fatto che i capolavori in esposizione furono a lungo custoditi proprio in questo Palazzo.

La collezione vantava opere straordinarie, la miglior produzione italiana e fiamminga del tempo, testimonianza dei rapporti artistici e culturali che intercorsero a lungo tra il Nord e il Sud dell’Europa. In particolare la famiglia Vandeneynden aveva stretti rapporti con diversi rtisti delle Fiandre attivamente impegnati anche nel mercato dell’arte, di cui furono partecipi anche Rubens e Van Dyck. 

Si tratta dunque di capolavori tuttora celebri, come il Banchetto di Erode di Rubens (ora a Edimburgo) e ancora esemplari di Anthony van Dyck, Aniello Falcone, Luca Giordano, Mattia Preti, Jusepe de’ Ribera, Salvator Rosa, Massimo Stanzione, Guercino, Annibale Carracci, Jan Brueghel, Jan Miel, Andrea Vaccaro, numerose nature morte nonché paesaggi e battaglie di altri maestri fiamminghi.

L’esposizione, resa possibile grazie a prestiti eccezionali, è curata da Antonio Ernesto Denunzio, con la presenza come consultant curator di Gabriele Finaldi e la collaborazione di Giuseppe Porzio e Renato Ruotolo. Vanta inoltre un prestigioso comitato scientifico che annovera tra gli altri, Christopher Brown, Aidan Weston Lewis, Gert Jan van der Sman, Keith Sciberras, Maria Cristina Terzaghi.

La mostra, visitabile fino al 7 aprile 2019, è organizzata da Intesa Sanpaolo (Direzione Centrale Arte, Cultura e Beni Storici – Ufficio Iniziative Culturali, Progetti Espositivi, Patrimonio Artistico).

Vademecum

Dal 05 Dicembre 2018 al 07 Aprile 2019
Palazzo Zevallos Stigliano, Napoli
Biglietto congiunto mostra e collezioni permanenti: intero 5 €, ridotto 3 €. Gratuito per convenzionati, scuole, minori di 18 anni, clienti e dipendenti del Gruppo Intesa Sanpaolo. Prenotazione obbligatoria per i gruppi e le scuole
Info: 800.454229
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.gallerieditalia.com

Inaugurazione: mercoledì 5 dicembre dalle 19:30 alle 21
Da martedì a venerdì dalle 10:00 alle 19:00 (ultimo ingresso alle 18:30).
Sabato e domenica dalle 10:00 alle 20:00 (ultimo ingresso alle 19:30).
Chiuso il lunedì.
Aperture straordinarie:
– 8, 17, 24, 26 e 31 dicembre 2018
– 1 e 6 gennaio 2019
Prolungamento orario di apertura fino alle 20:00:
– 8 dicembre
– dal 26 dicembre al 5 gennaio (escluso il 24 dicembre dalle 10:00 alle 17:00 e il 31 dicembre dalle 10:00 alle 15:00).

Ultima modifica il Martedì, 04 Dicembre 2018 12:14



IMG_4884.JPG

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio