BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Venerdì, 14 Dicembre 2018 16:05

Il MAXXI presenta l’opera “Chiaroscuro” dell’artista cileno Alfredo Jaar

Scritto da 

In occasione della mostra “LA STRADA. Dove si crea il mondo”, fino al 24 dicembre 2018, migliaia di manifesti verdi e rossi con una frase di Antonio Gramsci sono protagonisti di una campagna di affissioni in giro per la città

Alfredo Jaar Alfredo Jaar

ROMA - Chiaroscuro è il titolo dell’opera dell’artista cileno Alfredo Jaar,  proposta dal MAXXI in occasione della mostraLA STRADA. Dove si crea il mondo”, a cura di Hou Hanru e dello staff curatoriale e di ricerca del museo, aperta lo scorso 7 dicembre e visitabile fino al 28 aprile 2019. L’esposizione ospita oltre 200 opere di più di 140 artisti che trasformano il museo in una vera e propria strada cittadina, luogo considerato da artisti, creativi, designer, architetti, filosofi, intellettuali, come laboratorio di creazione, ispirazione, sviluppo della società contemporanea.

La mostra ospitata negli spazi delle gallerie 3 e 4 del museo, si espande anche in interventi e performance in giro per la città di Roma. Il Mercato Testaccio, la Galleria Alberto Sordi e la stazione San Giovanni della Metro C sono stati teatro, dal 7 al 9 dicembre, della performance di Jeremy Deller How To Leave Facebook; la stazione della Metro A di Piazza Vittorio ospita un wallpaper di 30 metri opera dell’artista cinese Liu Qingyuan The Streets of the Story, e ancora in molti in questi giorni hanno notato la strana campagna di affissioni che ha invaso le strade della città. Manifesti verdi e rossi su cui campeggia la frase di Antonio Gramsci: “Il vecchio mondo sta morendo, quello nuovo tarda a comparire e in questo chiaroscuro nascono i mostri”.  Si tratta appunto di Chiaroscuro di  Alfredo Jaar, che spesso lavora con azioni dirette sul tessuto urbano, attraverso interventi politici in cui si mescolano denuncia e poesia. In questo caso l’artista ha selezionato una citazione da uno scritto del politico Gramsci dandone una personale riproposizione grafica. L’azione nella città consiste in una serie di affissioni ospitate dal circuito comunale delle affissioni cittadine fino al 24 dicembre 2018 e in una libera distribuzione di poster all’interno del museo per tutta la durata della mostra.

In questo modo l’opera dell’artista diventa una proposta di adozione di riflessioni storico-politiche, apparentemente lontane dal mondo contemporaneo, ma che si rivelano essere di stringente attualità in un momento di crisi e di profonda revisione del sistema occidentale.

Vademecum

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo
www.maxxi.art - info: 06.32.48.61;
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

orario di apertura: 11.00 – 19.00 (mart, merc, giov, ven, dom)
11.00 – 22.00 (sabato)
chiuso il lunedì
www.maxxi.art

 

Ultima modifica il Venerdì, 14 Dicembre 2018 16:13


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio