160x142 2.jpg

Venerdì, 03 Maggio 2019 15:09

La Natura vista da Andrea Fogli in mostra al MAC di Lissone. Immagini

Scritto da 

Dal 4 maggio al 21 luglio 2019 il Museo ospita l’esposizione “Effemeridi del Giardino”, che raccoglie le principali serie di opere realizzate dall’artista romano, dal 2002 a oggi, traendo ispirazione dal mondo vegetale

A.Fogli serie VOYAGE AU CENTRE DU MONDE (II)- "Le beate spiagge" 24/8/2018 A.Fogli serie VOYAGE AU CENTRE DU MONDE (II)- "Le beate spiagge" 24/8/2018

MILANO  - E’ il Giardino il fulcro dell’esposizione di Andrea Fogli (Roma, 1959) che inaugura il 4 maggio al Museo d'Arte Contemporanea di Lissone diretto da Alberto Zanchettadal titolo Effemeridi del Giardino. 

“Il Giardino - scrive in realtà l’artista nel diario 'Effemeridi del Giardino', stampato in occasione della mostra - non è – in nuce – uno spazio concreto o uno spazio unicamente vegetale.C’è anche il Giardino degli incontri e delle storie, delle luci mutevoli, degli attimi,  ci sono i Giardini che appaiono e ritornano solo nei sogni o quelli che stanno tutti nel palmo della mano, come questi miei grani d’affezione”  (40mo grano). 

Riguardo al titolo dell’esposizione (e del Diario) Fogli spiega che la parola Effemeridi viene evocata per indicare apparizioni “giornaliere”, effimere e imprevedibili: “Ho dovuto cercare di entrare in questo Giardino, o Regno, dalla parte opposta, dove c’è una selva, senza porte e né indicazioni, e dove puoi solo seguire delle tracce, andare al contrario, o affidarti al caso, all’intuizione di un istante che ti cade in testa”. 

La mostra ruota attorno a 59 piccole e polimateriche terre crude del ciclo Effemeridi del Giardino, modellate giorno dopo giorno, dal 19 gennaio al 18 marzo 2019, in luoghi ogni volta diversi, impastando all’argilla gli elementi incontrati e raccolti passeggiando; ognuno dei “grani” è accompagnato dalla foto scattata in situ e da una pagina di diario. “I miei grani che ho allevato giorno per giorno dal 19 gennaio con l’intento e la preghiera di riportare l’attenzione alla Terra, a quella dimensione che precede e oltrepassa l’umano e il suo rinchiudersi in un orizzonte claustrofobico e distruttivo” (56mo grano).

Attorno ai grani gravitano poi i disegni-impronte del Giardino planetario (2017/19), ricavati cospargendo di polvere di pastello azzurra foglie e fiori raccolti in luoghi particolarmente emblematici, e lì realizzati “en plein air” (Todnauberg nella Foresta nera, Piantagione Paradise di J. Beuys, Monte Verità ad Asco- na); i disegni della serie 59 Grani (2010/12) che raffigurano elementi naturali trovati e raccolti come “subject trouvé” durante passeggiate cittadine; la grande carta del Bosco (2002), mandala vegetale realizzato con piccoli tratti di matita, come fossero identici punti di ricamo; e infine le immagini e le parole trovate, e ricreate, cancellando e ridipingendo a tempera una serie di cartoline postali che raffigurano paesaggi e giardini (Voyage au centre du monde II, 2018/19), oltre ai “santini apocrifi” della serie 59 Grani (2010/17) ottenuti con lo stesso procedimento.

Vademecum

Effemeridi del Giardino Andrea Fogli
4 maggio - 21 luglio 2019
inaugurazione
4 maggio 2019 ore 18.30
MAC  Museo d'Arte Contemporanea di Lissone 
viale Elisa Ancona 6
20851 Lissone ~ MB
mercoledì e venerdì, 10~13 giovedì, 16~23
sabato e domenica, 10~12/15~19

Ultima modifica il Venerdì, 03 Maggio 2019 15:37


300x250 2.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio