Stampa questa pagina
Sabato, 04 Maggio 2019 17:55

Firenze. Nel Giardino di Boboli le monumentali sculture di Tony Cragg. Immagini

Scritto da 

Dal 5 maggio al 27 ottobre 2019 sedici opere del maestro inglese, uno dei più noti e  acclamati esponenti della scultura contemporanea, disseminate nei  luoghi più suggestivi del giardino, per raccontare gli ultimi venti  anni del lavoro dell'artista, dal 1997 ad oggi

FIRENZE - Apre al pubblico il 5 maggio la mostra "Tony Cragg a Boboli”, a cura di  Eike Schmidt e Jon Wood. Sedici imponenti sculture sono state disseminate in alcuni punti più suggestivi del Giardino di Boboli. Geysers di acciaio brillante, stalagmiti di bronzo di apparenza preistorica, giganteschi fiori di  resina, steli colossali e candidissimi, forme  ellittiche, colate  di metallo colte nell'ultima fase molle prima di rapprendersi accompagnano, con la loro poetica maestosità,  il  visitatore in un percorso tra stupore e conoscenza, che fornisce una  nuova chiave interpretativa non solo delle sculture stesse, ma anche  dello spazio che le ospita.

“E’ la prima volta che un grande museo italiano dedica una mostra  monografica a Tony Cragg" - spiega Eike Schmidt, direttore delle  Gallerie degli Uffizi - “e il Giardino di Boboli, con le sue meraviglie  naturali, le opere d'arte antica e la sua struttura fortemente  razionale, è il teatro perfetto per questa mostra. Infatti il tema  della scultura nel parco, centrale nella poetica dell'artista, include necessariamente forme ispirate alla natura e alla sua forza  misteriosa, che Cragg crea per suscitare una reazione forte  nell'osservatore, che sia di pura emozione o di interpretazione  intellettuale". 

Ultima modifica il Sabato, 04 Maggio 2019 18:00
Redazione

Ultimi da Redazione

Articoli correlati (da tag)