WEB-160x142.gif

Giovedì, 18 Luglio 2019 12:58

A Palazzo Reale di Milano “Light Project”, la retrospettiva dedicata a Nanda Vigo

Scritto da 

La mostra è la prima antologica dedicata da  un’istituzione italiana a questa artista e architetto milanese che ha influenzato la scena artistica italiana ed europea degli ultimi cinquant’anni. In esposizione circa 80 opere tra progetti, sculture e installazioni

Nanda Vigo, Trigger of the Space (2018), ph Marco Poma Nanda Vigo, Trigger of the Space (2018), ph Marco Poma

MILANO - Dal 23 luglio al 29 settembre 2019, al primo piano di Palazzo Reale a Milano, apre al pubblico la mostra Nanda Vigo. Light Project, a cura di Marco Meneguzzo

La rassegna intende raccontare l’eccezionale percorso di ricerca di questa artista e architetto, figura di assoluto rilievo nel panorama europeo, partendo dagli esordi alla fine degli anni Cinquanta per arrivare alle esperienze più attuali. 

Nanda Vigo (Milano, 1936) inizia a realizzare i suoi Cronotopi dal 1962, in sintonia con lo spirito di ZERO, gruppo transnazionale di artisti tedeschi, olandesi, francesi, belgi, svizzeri e italiani al quale prese parte. Negli anni Sessanta elabora una personale ricerca incentrata sulla luce, la trasparenza, l’immaterialità, che devono costituire l’opera e lo stesso ambiente abitato dall’essere umano, e di cui i “cronotopi” sono la concretizzazione artistica.

L’artista realizzaveri e propri ambienti, alcuni in collaborazione con Lucio Fontana e specchi inclinati e tagliati in modo da riflettere una impensata visione della realtà, mentre continua il lavoro di progettazione di design e di architettura. Celebre la sua collaborazione con Gio Ponti per la Casa sotto la foglia, a Malo, del 1965, e la realizzazione del Museo Remo Brindisi a Lido di Spina del 1967. 

Fulcro del percorso espositivo sarà un affascinante ambiente cronotopico, che occuperà l’intera stanza degli specchi, che esprime  la quintessenza del modo di intendere l’arte di Nanda Vigo: una realtà più alta, una sintonia universale attraverso la contemplazione, la smaterializzazione, la comunione con il “tutto”.

Accompagnerà la mostra una  monografia sull’opera di Nanda Vigo, a cura di Marco Meneguzzo, edita da Silvana Editoriale. 

Ultima modifica il Giovedì, 18 Luglio 2019 13:02


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio