WEB-160x142.gif

Martedì, 06 Agosto 2019 11:59

A Bologna rivive il mito degli etruschi

Scritto da 

Un viaggio tra archeologia e paesaggi nel mondo delle terre etrusche, puntando sulle novità di scavo. Con uno sguardo particolare sui reperti conservati all'Archeolgico di Bologna che ospita la mostra

Immagine: Acroterio configurato a guerriero da Cerveteri, Vigna Marini-Vitalini,Copenhagen, Ny Carlsberg Glyptotek Credits @ The Ny Carlsberg Glyptotek, Photographer: Ole Haupt Immagine: Acroterio configurato a guerriero da Cerveteri, Vigna Marini-Vitalini,Copenhagen, Ny Carlsberg Glyptotek Credits @ The Ny Carlsberg Glyptotek, Photographer: Ole Haupt

ROMA - Dal 7 dicembre arriva a Bologna Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna,  mostra promossa e progettata da Istituzione Bologna Musei | Museo Civico Archeologico, in collaborazione con la Cattedra di Etruscologia ed Antichità italiche dell’Università degli Studi di Bologna, e realizzata da Electa, che riunendo circa 1000 oggetti provenienti da 60 musei ed enti italiani e internazionali, vuole essere un affascinante viaggio tra archeologia e paesaggi sorprendenti nelle terre degli Etruschi, in una mostra che punta sulle novità di scavo e di ricerca e sulla storia di uno dei più importanti popoli dell'Italia antica.

Gli organizzatori hanno organizzato l'esposizione come un viaggio tra le antichità etrusche, dividendo il percorso in due grandi sezioni. 
Grazie ad un allestimento evocativo la prima sezione offre un momento di preparazione al viaggio, facendo conoscere al visitatore i lineamenti principali della cultura e della storia del popolo etrusco, attraverso oggetti e contesti archeologici. 
La seconda sezione, dove si compie il viaggio vero e proprio nelle terre dei Rasna, cioè il viaggio verso se stessi, conduce nei territori caratterizzati dalla forte presenza etrusca, grazie anche alle accurate descrizioni frutto dell'ingegno
 dei viaggiatori del passato, come il diplomatico inglese George Dennis, che nel XIX secolo con il suo The Cities and Cemeteries of Etruria (1848) raccontò di cinque anni di viaggi che toccarono i siti archeologici allora conosciuti, facendo emergere le novità di scavo tra Lazio, Umbria, Toscana, Valle Padana e Campania. e mantenendo nello stesso momendto uno sguardo attento ai reperti conservati all'Archeolgico di Bologna che ospita la mostra e che testimonia il ruolo di primo piano di Bologna etrusca.

Info

Dal 7 Dicembre 2019 al 24 Maggio 2020
Museo Civico Archeologico
tel. 051 2757211
fax 051 266516
www.museibologna.it/archeologico

Ultima modifica il Martedì, 06 Agosto 2019 12:24


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio