WEB-160x142.gif

Lunedì, 10 Ottobre 2016 14:12

Anna Caruso, la prima personale alla Galleria Anna Marra Contemporanea

Scritto da 

Quattordici opere pittoriche sul tema della memoria e del ricordo in cui  l'artista introduce il visitatore nelle rielaborazioni del proprio vissuto, mostrandogli frame di ricordi sovrapposti, che diventano spazio costitutivo dell'opera

Anna Caruso - senza titolo, acrilico su tela, 95x125 cm, 2014 Anna Caruso - senza titolo, acrilico su tela, 95x125 cm, 2014

"Sei se ricordi" è il titolo scelto da Anna Caruso per la sua prima personale romana. La mostra, a cura di Lorenzo Respi, è organizzata dalla galleria Anna Marra Contemporanea e sarà fruibile fino al 12 novembre 2016.

L'artista presenta 14 opere pittoriche, in tecnica acrilica, esplicative della sua ricerca, fondata sul tema della memoria e del ricordo. "Sei se ricordi" esprime pienamente l'importanza che Anna Caruso attribuisce al rapporto con il passato. In questa mostra infatti, tela dopo tela, l'artista introduce il visitatore nelle rielaborazioni del proprio vissuto, mostrandogli frame di ricordi sovrapposti, che diventano spazio costitutivo dell'opera.

Le tele appaiono come tracce del vissuto dell'artista che, tuttavia, lascia all'osservatore la possibilità di ricomporre storie nuove e diverse, relazionando la propria memoria  agli elementi delle opere stesse.

L'allestimento, che propone una divisione temporale delle opere, ponendo le ultime, realizzate per la mostra, nella prima sala e le precedenti nella seconda, dà modo all'osservatore di constatare quelli che sono i mutamenti che interessano la ricerca artistica di Caruso, in particolare riguardo alla tavolozza, che passa dalle tonalità calde dei lavori del 2014, a quelle più fredde degli ultimi, dove il bianco invade gli spazi, definiti da colori tenui, in sovrapposizioni di grigio e accenni di rosa.

Insieme al colore anche lo spazio si modifica, divenendo ancora più geometrico, tramite maggiori sovrapposizioni.

Il rapporto tra architettura, natura e figura umana, muta a sua volta in una destrutturazione sempre maggiore, che vede la scomposizione delle figure solide in proiezioni di ombre colorate. L'elemento naturale è una stilizzazione sempre più forte  di linee verticali e orizzontali, che contribuiscono ad accentuare le prospettive.

La figura umana, posta in precedenza come presenza un po' noir che andava ad accrescere il senso del passato e del ricordo, ora, tende al gioco delle dissolvenze, quasi fosse una reminiscenza che tende a scomparire.

Anna Caruso, in questa mostra, costruisce un percorso di percezione di sé, attraverso il racconto dei suoi ricordi. Nella realizzazione delle immagini, c'è la ridefinizione della propria identità, che è appunto l'esito del rapporto tra il sedimento di ciò che è stato e il vivere ciò che è.

"Sei se ricordi" è un confronto con la memoria e i ricordi dell'artista, ma è anche un'occasione per riflettere su noi stessi, su quanto e come l'elaborazione del nostro passato sia importante per vivere il presente e proiettarci nel futuro.

Vademecum

"Sei se ricordi"
Anna Caruso
6/10/2016  - 12/11/2016
Anna Marra Contemporanea
Via Sant'Angelo in Peschiera, 32 - Roma
Orari: da martedì a sabato, dalle ore 15:30  alle  19:30

 

 

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 10 Ottobre 2016 14:29


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio