BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Venerdì, 27 Settembre 2019 11:16

Al Museo di Castelvecchio di Verona il restauro di due tele di Luca Giordano

Scritto da 

Al via l’intervento su due opere ”Diana ed Endimione” e “Bacco e Arianna”, che dopo il restauro  raggiungeranno Parigi per essere  esposte al Museo Petit Palais nella grande mostra "Luca Giordano (1634-1705). Il trionfo della pittura napoletana" 

Luca Giordano “Diana ed Endimione” Luca Giordano “Diana ed Endimione”

VERONA - Ha preso avvio al Museo di Castelvecchio di Verona il restauro,  aperto al  pubblico,  di due dipinti del pittore napoletano Luca Giordano. Si tratta di ”Diana ed Endimione” e “Bacco e Arianna”, due opere eseguite per  Palazzo Archinto a Milano tra il 1675 e il 1680. Dopo l’intervento di restauro le tele saranno ospitate al Museo Petit Palais nella grande mostra "Luca Giordano (1634-1705). Il trionfo della pittura napoletana”, che si svolgerà dal 14 novembre 2019 al 27 febbraio 2020. 

Le due opere fanno parte della tipologia di dipinti da  stanza, generalmente realizzati in coppia e caratterizzati da una  vena narrativa felice ed ispirata alle favole mitologiche.

“Diana ed Endimione” rappresenta infatti una rivisitazione del mito tramandatoci da  Ovidio e Pausania: una notte Diana, imbattutasi nel pastore Endimione  che stava dormendo sotto un albero, se ne innamorò follemente e pregò  il padre Zeus di mantenerlo eternamente in quello stato, donandogli  così sonno e giovinezza eterni. Luca Giordano dipinge il momento in  cui la dea scorge il giovane assopito, mentre un puttino porta  l'indice sulle labbra per esortare al silenzio.     

“Bacco e Arianna” si ispira invece al mito in cui il giovane dio Bacco (il  greco Dioniso) si innamora della bellissima Arianna, abbandonata  dormiente da Teseo, che l'aveva sedotta per vincere il minotauro (la  celebre storia del filo d'Arianna). 

Il restauro è realizzato da un team coordinato da Stefania Stevanato. L’intervento è finalizzato alla restituzione di una completa leggibilità delle due opere, andando a rimediare in particolare ad alcune piccolissime abrasioni,  soprattutto negli incarnati. Saranno inoltre riviste alcune integrazioni  pittoriche alterate, risalenti a precedenti e vecchi interventi di  restauro. La parte più delicata delle operazioni riguarderà  le  integrazioni pittoriche delle lacune, da realizzare con colori ad  acquerello e con colori a vernice specifici per il restauro.

 

Ultima modifica il Venerdì, 27 Settembre 2019 11:36


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio