BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Lunedì, 20 Luglio 2020 15:15

La Grande Arte al Cinema torna a settembre con quattro nuovi titoli

Scritto da 

Nexo Digital presenta la nuova stagione 2020: “Una notte al Louvre. Leonardo da Vinci”; “Maledetto Modigliani”; “Pompei. Eros e Mito”; “Raffaello. Il giovane prodigio”

ROMA - Torna a settembre, dopo la lunga pausa forzata, la stagione 2020 della Grande Arte al Cinema di Nexo Digital con quattro nuovi staorinari titoli. 

Si parte il 21, 22 e 23 settembre con “Una notte al Louvre. Leonardo da Vinci”. Il docu-film girato sotto la direzione di Pierre-Hubert Martin, offre l’opportunità di una straordinaria passeggiata notturna attraverso il Louvre, in compagnia dei curatori della mostra, Vincent Delieuvin e Louis Frank. La retrospettiva senza precedenti del Louvre, conclusasi lo scorso febbraio e dedicata al lavoro di Leonardo nella sua totalità. La mostra ha accolto oltre 1 milione di visitatori, stabilendo un record assoluto per il Museo del Louvre.  È la prima volta che il Museo del Louvre viene presentato in un film documentario proiettato esclusivamente nelle sale cinematografiche in oltre 60 paesi con traduzioni in 30 lingue. I testi sono opera di Catherine Sauvat e Pierre-Hubert Martin, con la supervisione dei curatori congiunti. La narrazione è stata affidata a Coraly Zahonero, membro della Comédie-Française.

Il 12, 13, 14 ottobre sarà la volta di “Maledetto Modigliani”, prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital, diretto da Valeria Parisi e scritto con Arianna Marelli su soggetto di Didi Gnocchi, in occasione del centenario dalla scomparsa di Amedeo Modigliani (1884-1920).  Nel racconto di una biografia breve e intensa anche la storia di amori non consumati, tumultuosi, drammatici. Con donne dalle personalità estremamente contemporanee: la poetessa Anna Achmatova, la giornalista Beatrice Hastings, la pittrice Jeanne Hébuterne. Il docu-film trae ispirazione anche dalla mostra "Modigliani – Picasso. The Primitivist Revolution", curata da Marc Restellini e in programma all'Albertina di Vienna, ed è arricchito dalle immagini di opere esposte sia all’Albertina, sia alla National Gallery of Art di Washington, nei musei e nelle collezioni di Parigi e nella grande mostra “Modigliani e l'avventura di Montparnasse” del Museo della Città di Livorno.

Il 9, 10, 11 novembre si prosegue con “Pompei. Eros e Mito”, prodotto da Sky, Ballandi e Nexo Digital, in collaborazione e con il contributo scientifico del Parco Archeologico di Pompei, che propone un viaggio indietro nel tempo di duemila anni, fino alla drammatica eruzione del 79 d.C, analizzando i miti, le leggende e gli aspetti più segreti della città. A condurci attraverso le sue strade di ciottoli una narratrice d’eccezione: Isabella Rossellini diretta dalla regia visionaria di Pappi Corsicato. La presenza e la voce della Rossellini ci accompagneranno lungo un percorso che mostrerà come i miti e le opere ritrovate abbiano ammaliato e influenzato artisti del calibro di Pablo Picasso e Wolfgang Amadeus Mozart. 

Infine il 14, 15, 16 dicembre il viaggio approda nel Rinascimento con “Raffaello. Il giovane prodigio”, diretto da Massimo Ferrari e prodotto da Sky in occasione dei 500 anni dalla morte dell’artista. Il docu-film si propone di raccontare l’urbinate a partire dai suoi straordinari ritratti femminili. La madre, l’amante, la committente, la dea: le ‘protagoniste’ della vita di Raffaello permettono di raccontare il pittore da una nuova prospettiva e indagare sulla sua continua ricerca della bellezza assoluta. Il film pone l’accento sulla metamorfosi artistica del pittore e sulla sua capacità di evolvere continuamente la propria arte senza mai ripetersi. A enfatizzare il racconto, l’uso di animazioni grafiche che, ispirandosi alle classiche illustrazioni in bianco e nero e attraverso un linguaggio evocativo e onirico, danno forma ai momenti chiave della vita di Raffaello in cui mito, leggenda e realtà si mescolano.

Ultima modifica il Lunedì, 20 Luglio 2020 15:22


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio