BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Venerdì, 11 Settembre 2020 18:05

Rai 5, in prima visione “Art Rider”

Scritto da 

Venerdì 11 settembre, alle 21.15, una nuova serie in sei puntate, in cui l’archeologo Andrea Angelucci visita la nostra Penisola ricca di beni artistici che spesso sfuggono anche all’occhio del visitatore più attento

ROMA - Prende il via venerdì 11 settembre la serie “Art Rider”. Protagonista l’eclettico archeologo Andrea Angelucci che andrà alla scoperta delle meraviglie artistiche del nostro paese, spesso non conosciute, a volte nascoste tra i boschi, dimenticate in un castello diroccato o custodite in cima a montagne innevate. 

Inseparabile compagno di viaggio è un taccuino nel quale Andrea Angelucci disegna e dipinge i panorami e le opere d’arte che scopre durante il suo itinerario. 

Le puntate toccheranno varie location italiane, da Gabii a Subiaco, alla scoperta delle bellezze della valle dell’Aniene, da Roma a Melfi, alla ricerca dell’Oriente tra le strade d’Italia, tra icone greche e mosaici bizantini. Da Tagliacozzo a Castelli, con l’antica tradizione della transumanza, proclamata dall’Unesco Patrimonio Mondiale Immateriale dell’Umanità. Dal Monte Amiata alla Valnerina, tra i boschi fatati e le montagne incontaminate della Tuscia, con il Parco di Bomarzo e la misteriosa architettura della Scarzuola, da Pietravairano a Cancello, per immergersi nelle acque del golfo di Napoli, alla ricerca dei resti della città sommersa di Baia e, per finire, da Monte D'Accoddi a Sant'Antioco, alla scoperta della Sardegna, culla della civiltà nuragica e di un’antica tradizione fenicia, custodita da una donna. 

Nella prima puntata, la tappa è da Gabii a Subiaco. Messo in ombra dal mito del suo vicino Tevere, l’Aniene è un fiume spesso dimenticato, anche dagli stessi romani. Angelucci ripercorre il suo corso fino alla fonte, incontrando santuari nascosti e borghi affascinanti ricchi di opere d’arte dimenticate, come l’antica Gabii. Viaggerà alla scoperta delle bellezze della valle dell’Aniene, fino a Subiaco, al monastero di San Benedetto. Qui potrà respirare la calma e la santità dei luoghi che hanno ispirato artisti, monaci e artigiani, a due passi dalle celle in cui si rifugiò il Santo Eremita.

Ultima modifica il Venerdì, 11 Settembre 2020 18:07


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio