WEB-160x142.gif

Giovedì, 06 Settembre 2018 12:24

Il collezionismo in Vaticano

Scritto da 

Appuntamento con il ciclo di lezioni di arte “Auditorium” in onda ogni venerdì alle 22.15 su Rai5 a partire dal 7 settembre

A Roma le meraviglie dei luoghi svelano un universo di stili unico al mondo e passeggiare per le sue vie e le sue piazze è come sfogliare il più ricco manuale della storia dell'arte occidentale. Rai Cultura rinnova l’appuntamento con il ciclo di lezioni di arte che ogni anno si tiene presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma e che quest’anno è dedicato al grande collezionismo nella capitale dall’Antichità all’Ottocento. Ogni lezione di “Auditorium” approfondisce quella straordinaria stratificazione di cultura che è la città stessa di Roma attraverso il racconto delle sue grandi collezioni e di come esse abbiano determinato la storia, l’arte e il gusto attraverso i secoli, dall’Antichità all’Ottocento, fino alla nascita del museo moderno postunitario. 

Al centro della prima lezione è il collezionismo in Vaticano. Far conoscere, preservare e condividere quello straordinario lascito di cultura, di storia e di bellezza che i pontefici romani hanno raccolto e custodito per secoli: questa è la missione dei Musei Vaticani oggi. Questi musei vanno declinati al plurale perché sono un complesso di collezioni diverse e tutte straordinariamente importanti. Egizie, etrusche, greche e romane, cristiane, epigrafiche per arrivare alla pittura dei diversi secoli e al grande Rinascimento di Raffaello e Michelangelo delle “Stanze” e della Cappella Sistina.

Un museo dinamico dove tradizione e innovazione trovano una perfetta sintesi, capace di rendere concreto quanto la Chiesa Romana persegue da sempre nelle sue istituzioni culturali. Tradizione che va fatta risalire a papa Giulio II, a quel 1506 che vide la creazione del “cortile delle statue”, le più celebri a Roma in quel momento, nel cuore del Belvedere Vaticano. Poi ancora alla grande stagione museale del XVIII secolo, passando per Canova e arrivando, con papa Pio XI all’indomani del Trattato Lateranense del 1929, ad un organico ed efficace ordinamento istituzionale dei Musei, aperti al mondo con il portale realizzato sulle Mura Vaticane. Tradizione che è tutela, restauro, conservazione e valorizzazione delle collezioni attraverso gli studi, la ricerca, la didattica, i progetti internazionali, i convegni e le mostre.

Ultima modifica il Giovedì, 06 Settembre 2018 12:31


WEB-250x300.gif

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio