555400000.jpg

LUXOR - Incredibile scoperta a Luxor in Egitto dove gli archeologi hanno ritrovato ben 10 sarcofagi e oltre mille statue funerarie in un sepolcro risalente a circa 3.500 anni fa. Il rinvenimento è avvenuto nel sito di Draa Abul Nagaa vicino alla più nota Valle dei Re, sulla riva occidentale del Nilo. 

Il ministero delle Antichità ha reso noto che la tomba fu  costruita probabilmente per un magistrato nel periodo del Nuovo Regno - XVIII dinastia - che data dal 1.500 al 1.000 a.C.. La tomba comprende un cortile aperto che conduce a due sale, una delle quali contiene quattro sarcofagi e l'altra sei. Il responsabile della missione archeologica, Mostafa el-Waziri, ha detto che è stata trovata un'altra camera contenente statue che raffigurano faraoni di diverse dinastie e che gli archeologi si aspettano di trovarne altre.

Pubblicato in Flash News

Il percorso, nato nell'ambito de "Il Graal al Maschio Angioino", è curato dall'associazione Timeline Napoli e offre a tutti i visitatori di avvicinarsi all'importante patrimonio archeologico della città partenopea

Pubblicato in Appuntamenti

Da venerdì 14 a lunedì 17 aprile un programma di iniziative organizzato dal Museo archeologico nazionale e Teatro romano di Spoleto - Polo museale dell'Umbria, in collaborazione con l'Unione italiana ciechi e ipovedenti di Perugia e Vuscom Energia per la cultura

Pubblicato in Appuntamenti
Mercoledì, 12 Aprile 2017 14:10

Street Art 3D e Archeologia a Modena 

In cinque diversi luoghi di Modena, dal 12 al 14 maggio 2017, cinque street artist internazionali sfonderanno illusoriamente la pavimentazione della città attraverso l'antica tecnica artistica dell’anamorfismo, per “svelare” i siti più significativi della città romana di Mutina (l'antica Modena)

Pubblicato in Dal territorio

Una necropoli musealizzata che oggi è finalmente visitabile grazie all’intervento della Soprintendenza di Roma che dopo l’acquisizione, ne ha avviato il recupero

Pubblicato in Attualità

È stato grazie ai lavori per la costruzione di un collegio che sono venuti alla luce nel Sud della Francia degli spettacolari mosaici romani risalenti all’epoca della conquista della Gallia da parte di Giulio Cesare

Pubblicato in Attualità

Fino al 12 aprile, una speciale missione, che vede protagonista l'Arpacal, l'agenzia regionale per l'ambiente della Calabria, sta effettuando un particolare monitoraggio alla ricerca di un reperto archeologico tanto importante quanto avvolto nel mistero e nella leggenda

Pubblicato in Attualità

Titolo della conferenza è "Parachutists and Truffle-hunters: Archeologia dal satellite al microscopio, dal territorio al paleoambiente"

Pubblicato in Appuntamenti

La scoperta è stata effettuata nei pressi della piramide romboidale di Dahshur, costruita dal faraone Snefru, fondatore della IV dinastia (2.600 a. C.) e padre del faraone Cheope, che ha lui stesso dato il nome a una delle più celebri piramidi d’Egitto, ovvero la Grande Piramide di Giza

Pubblicato in Curiosità

L’iniziativa è finalizzata a portare l'attenzione su uno dei più grandi insediamenti dell'età del bronzo in Sardegna e metterà a confronto accademici, archeologi ed esperti di livello internazionale del periodo nuragico in Sardegna con un focus anche sull'alimentazione

Pubblicato in Dal territorio
Pagina 1 di 17

300X300.jpg