555400000.jpg

Il potenziale fruitore sarà “Non più escluso, a debita distanza dall’opera come nelle mostre tradizionali, ma letteralmente incluso” afferma Achille Bonito Oliva, curatore del progetto insieme a Giovanni Lamarca

Pubblicato in Attualità