160x142 2.jpg

POMPEI - I giardinieri oppure tecnici della manutenzione dell'area archeologica. Massimo Osanna, il soprintendente di Pompei, vede così la possibilità di utilizzare i profughi in arrivo dalle zone di guerra. 

Ha lanciato questa proposta nel corso della manifestazione "Patto di amicizia tra Pompei e Nola". «Affidatemi i profughi, offrirò loro un lavoro» ha affermato.  «In Italia arrivano centinaia di profughi laureati e con specifiche professionalità che percepiscono sussidi senza lavorare. Perché non impiegarli nei beni culturali?». Ma con quali mansioni? «Potrebbero fare i giardinieri oppure occuparsi della manutenzione ordinaria dell’area archeologica».

Pubblicato in Flash News
L'artista dissidente cinese ha annunciato l'intervento artistico nell'isola in ricordo dei 350 mila migranti
Pubblicato in Attualità


300x250 2.jpg

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio