BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Un reperto molto importante, realizzato in marmo romano a mosaico nel II secolo d.C. Grazie all'attività del Comando Carabinieri TPC in collaborazione con le autorità statunitensi sono stati recuperati anche due vasi a figure rosse del V - IV secolo a.C. 

Pubblicato in Attualità

Venerdì 18 agosto alle ore 21.00 nell'area archeologica dell'antica Kaulon a Monasterace sarà presentata la nuova linea di pelletteria ispirata ai beni culturali, realizzata dal brand “dA Collezioni” 

Pubblicato in Appuntamenti

Quattro sono le persone denunciate per ricettazione, impossessamento illecito di bene culturale e contraffazione di opere d'arte tra le province di Venezia, Verona e Treviso

Pubblicato in Attualità

Il materiale archeologico è stato trovato in un locale pertinente a una abitazione. Si tratta, tra le altre cose, di 6 anfore di varie dimensioni; un'anfora decorata; 22 statuine di vari soggetti, 74 portacandele in terracotta; un vasetto decorato rotto;  8 vasetti di terracotta e 2 bracciali di metallo

Pubblicato in Dal territorio
Giovedì, 30 Marzo 2017 10:07

Mercati di Traiano. I Fori dopo i Fori

Un’interessante e diversificata selezione di reperti rinvenuti nel sito dei Fori, tra cui ceramiche, sculture, monete, oggetti devozionali e di uso quotidiano, per la maggior parte esposti per la prima volta, racconteranno i significativi periodi storici all’interno di questa mostra che resterà aperta fino al 10 settembre

Pubblicato in Mostre

AGRIGENTO - Due anfore bizantine e un vaso d'epoca medievale sono state rinvenute nell'appartamento di un imprenditore, arrestato lo scorso ottobre per l'ipotesi di reato di bancarotta fraudolenta. I reperti archeologici sono stati notati dai militari del nucleo polizia Tributaria della Guardia di finanza dopo che il Gip Francesco Provenzano, su richiesta del sostituto procuratore Brunella Sardoni, dispose - il 16 febbraio scorso - il sequestro preventivo, per 16 milioni e mezzo, dei beni riconducibili all'imprenditore. I finanzieri hanno contattato due funzionari della Sovrintendenza ai beni culturali di Agrigento per ottenere un parere qualificato. E secondo i funzionari - fa sapere la Guardia di finanza - le due anfore, plausibilmente utilizzate per contenervi vino od olio, risalgono al periodo bizantino; mentre il vaso, utilizzato invece per gli infusi, ad epoca medievale. E’ stato quindi denunciato l’imprenditore per l'ipotesi di reato di impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato, fattispecie che prevede la pena della reclusione da uno a sei anni.

Pubblicato in Flash News

Nello scalo di Capodichino è stato realizzato un percorso, con reperti provenienti da vari musei del territorio, nel quale si potranno ammirare diverse opere, originali e in copia, perlopiù ispirate al tema del viaggio e del volo

Pubblicato in Dal territorio

La scuola si trasforma in museo e dal 9 marzo al 20 aprile 2017 esporrà un patrimonio nascosto e recuperato per educare le nuove generazioni alla bellezza in modo che siano in grado di riconoscerla, apprezzarla e proteggerla

Pubblicato in Mostre

Tutti gli oggetti provengono da un sequestro eseguito nel 2014 dalle Fiamme Gialle che avevano sorpreso un cinquantenne di Ferrara mentre scandagliava un terreno agricolo in Valle Pega, servendosi di metal detector

Pubblicato in Dal territorio

Il materiale archeologico, tra cui pezzi pregiati di epoca etrusca e romana, erano esposti nel soggiorno dell'uomo che è stato denunciato dalla Guardia di Finanza per violazione al Codice dei Beni culturali e per ricettazione

Pubblicato in Dal territorio


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio