160x142-banksySarzana.gif

ROMA - Il Consiglio dei Ministri, mercoledì 31 marzo, ha approvato il nuovo decreto-legge che introduce misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19. 

Secondo il nuovo decreto non è prevista nessuna riapertura di spazi culturali fino al 30 aprile, essendo tutta l’Italia in fascia rossa e arancione. Tuttavia se la verifica di metà mese darà esito positivo, torneranno le zone gialle, e quindi si potrebbe valutare la riapertura di cinema e i teatri, con le regole che erano già previste: prenotazione obbligatoria, massimo 200 spettatori al chiuso e 400 all'aperto. In questo caso sarebbe possibile anche la riapertura per i musei.

Pubblicato in Flash News
Mercoledì, 10 Marzo 2021 12:43

Riaprirà il 10 aprile la Torre di Pisa

PISA -Resterà chiusa alle visite ancora per un mese la Torre di Pisa. Lo fa sapere l'Opera della Primaziale Pisana, ente che gestisce la torre e tutti i monumenti della piazza dei Miracoli a Pisa. "Valutato il dpcm del 2 marzo - scrive l'ente - e che rimane praticamente impossibile lo spostamento tra Regioni per motivi di turismo, abbiamo programmato di riaprire i musei e monumenti alle visite turistiche dal giorno sabato 10 aprile, naturalmente se le condizioni epidemiologiche lo permetteranno".

Pubblicato in Flash News

Il nuovo decreto sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021. Per i musei si conferma la possibilità di aprire nei giorni infrasettimanali, garantendo un afflusso controllato

Pubblicato in Istituzioni

Le visite saranno completamente gratuite per tuttifino al  21 aprile 2021, con prenotazione obbligatoria sul sito mausoleodiaugusto.it

Pubblicato in Attualità

L’esposizione, già allestita e rinviata per due volte, aprirà al pubblico senza le consuete presentazioni alla stampa e la cerimonia di inaugurazione

Pubblicato in Attualità

Ad affermarlo il ministro della Cultura in un’intervista al "Corriere della Sera". Riaprire cinema, teatri e sale da musica - sottolinea Franceschini è "un'operazione che va fatta né con i proclami, né con gli annunci, ma per passi possibili, come biglietti nominativi, Ffp2, distanziamento, la tracciabilità delle persone"

Pubblicato in Istituzioni

Riaprono il 16 febbraio le collezioni permanenti di sette musei civici a Milano. Si tratta dei Musei del Castello, della Galleria d'Arte Moderna, dell'Acquario Civico, di Palazzo Moriggi-Museo del Risorgimento, del Museo Archeologico, di Palazzo Morando-Costume Moda Immagine, della Casa Museo Boschi Di Stefano.

I musei civici saranno aperti dal martedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 17.30. La prenotazione non è obbligatoria ma resta consigliata per evitare attese e garantirsi l'ingresso.

Pubblicato in Flash News

Dall’11 febbraio la collezione torna visitabile. La direttrice Karole P. B. Vail: “Oggi abbiamo dato il benvenuto ai nostri concittadini veneti, naturalmente aspettiamo il pubblico italiano e internazionale appena potrà tornare a viaggiare”

Pubblicato in Attualità

Gli ambienti ristretti e l'assenza di una uscita diversa dall'ingresso non permettono di osservare le prescrizioni anti-Covid, rendendo dunque la Grotta inaccessibile per il pubblico

Pubblicato in Attualità

I direttori e i presidenti di musei e centri d'arte, guidati dalla responsabile del Palais de Tokyo, a Parigi, Emma Lavigne, chiedono a gran voce la riapertura dei musei. “Per  un'ora, un giorno, una settimana o un mese, fateci aprire le porte, a costo di richiuderle in caso di un nuovo lockdown!" questo è l’appello rivolto al governo. I musei, insomma, sono disposti a tutto pur di riaprire, anche rispettando orari ridotti e rigidissimi. 

Pubblicato in Flash News
Pagina 1 di 8


300x250-banksySarzana.gif

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio