555400000.jpg

L’esposizione, visitabile fino al 15 settembre 2017, raccoglie in un unico progetto espositivo una selezione di opere che esprime l'essenza del collezionismo che anima gli investimenti in campo artistico da parte di fondazioni e banche 

Pubblicato in Dal territorio

Dal 7 aprile al 1 ottobre, nel complesso di San Pietro in Borgo del capoluogo umbro, una mostra ricompone un importante nucleo di dipinti del pittore erede di Perugino e Raffaello. La rassegna è arrichita da un dipinto che dal 1812 fa parte della collezione del Museo parigino

Pubblicato in Attualità

A Palazzo Baldeschi 90 opere, scelte da Vittorio Sgarbi, raccontano il fenomeno del collezionismo bancario a 25 anni dalla nascita di queste istituzioni che acquistano, recuperano, restaurano e tutelano una parte importante del patrimonio culturale italiano

Pubblicato in Mostre

Uno scherzo architettato dal celebre critico prima dell’inaugurazione dell’esposizione, con la complicità dell’artista stesso, dopo una polemica sorta con il sindaco di Firenze Dario Nardella

Pubblicato in Attualità

Il critico d'arte ha anche anticipato che Nicola Filotesio, detto Cola dell'Amatrice, sarà al centro di una grande esposizione tesa a ricordare la memoria storica e culturale della città laziale colpita dal sisma

Pubblicato in Attualità

ROMA  - Terminata la #missionemonnalisa che altro non era che una operazione pubblicitaria. Vittorio Sgarbi ha infatti svelato che in realtà l'operazione mediatica legata al dipinto di Leonardo era solo una trovata pubblicitaria per una nota casa automobilistica francese. Ha quindi postato un nuovo video, sul suo profilo facebook, in cui appare nel cortile del Louvre. Qui Sgarbi afferma: "Vi avevo promesso che avrei riportato in Italia un capolavoro e invece ve ne ho portati due". A questo punto l'inquadratura si allarga e svela due nuovi modelli di automobili che Sgarbi presenta come realizzati "in edizione speciale Monna Lisa". Insomma tutto qui?

Pubblicato in Flash News

Nel frattempo il ricercatore Silvano Vinceti in un comunicato commenta l’impresa: “Sgarbi vittima di un colpo di sole”

Pubblicato in Curiosità

Il noto critco d'arte ha pubblicato un secondo video sul profilo di Facebook in cui è in viaggio in auto per andare a prendere il dipinto di Leonardo

Pubblicato in Curiosità

La passerella è stata presa d'assalto dopo l'inaugurazione e l'artista ha specificato "Dovete avere pazienza, se avete fretta non venite a visitarla". Intanto l'opera è stata criticata sia da Vittorio Sgarbi che da Philippe Daverio

Pubblicato in Attualità

VENEZIA - Il Tribunale ha accolto il ricorso degli avvocati di Vittorio Sgarbi e per questo motivo, come rende noto l’ufficio stampa del critico d’arte, verrà riammesso nei ruoli della Sovrintendenza di Venezia.  

Sgarbi - ricorda la nota - si era dimesso nel settembre 2014 per evitare una procedura di licenziamento minacciata dal ministero per via di una controversia legata alla sua aspettativa in qualità di ispettore della Soprintendenza di Venezia, incarico ricoperto dal 1974 (e dal 1989-1990 in poi in aspettativa senza assegni per mandato elettorale)". “Le dimissioni di Sgarbi, in realtà mai formalizzate, furono una reazione all'onta del procedimento disciplinare minacciato dal ministero dei Beni Culturali; quest'ultimo avviò il procedimento perché Sgarbi presentò la richiesta di aspettativa con dieci giorni di ritardo" - conclude la nota. 

Pubblicato in Flash News
Pagina 1 di 2

300X300.jpg