160x142_canaletto_2.jpg

Un'opera considerata perduta dello scultore francese di corte François Girardon (1628-1715), di cui si conosceva l'esistenza grazie a un incisione, sarà proposta con un stima compresa tra i 7 e i 10 milioni di sterline

Pubblicato in Attualità

Si tratta de "L'uomo della pioggia"  che l’artista donò alla città in occasione del Social forum europeo del 2002

Pubblicato in Attualità

Il "ladro" pentito  è stato accolto dal direttore del Parco Archeologico, Gabriel Zuchtriegel.  La piccola scultura è stata consegnata al laboratorio di restauro del Parco per essere pulita e studiata dagli archeologi e infine poi esposta eventualmente nel Museo 

Pubblicato in Curiosità

Dopo una indagine dei Carabinieri del comando per la tutela del patrimonio culturale (Tpc), iniziata nel 2013, finalmente il prezioso reperto, finito in un traffico illecito internazionale di beni archeologici, torna in Italia da Monaco di Baviera, dopo essere stata tragufata nel 2011 dall'Università di Foggia

Pubblicato in Attualità

Gli interventi effettuati hanno permesso di ristabilire le condizioni conservative adeguate mediante la pulitura dei materiali lapidei, il rinnovamento dell'impianto idraulico e la rimozione dei sedimenti di sporco e dei prodotti di corrosione

Pubblicato in Restauri

Si tratta di un putto in marmo che adornava la cattedra vescovile. La scultura è stata individuata in una proprietà privata in provincia di Bari, al termine di una lunga indagine

Pubblicato in Dal territorio

L’opera d’arte è stata utilizzata come “capsula del tempo”. La scoperta è avvenuta in Spagna durante gli interventi da parte della società di restauro Da Vinci sulla scultura lignea del “Cristo del Miserere”

Pubblicato in Curiosità

Pregevole esempio del Rinascimento friulano, la statua risale al XV secolo ed è attribuita a Domenico da Tolmezzo. L’opera  troverà posto nelle sale del Museo del Duomo-Cattedrale 

Pubblicato in Restauri

Acquistata nel 2012, solo recentemente il Museo statunitense è venuto a conoscenza del fatto che la scultura poteva essere stata asportata illecitamente da un sito nei pressi di Napoli verso la fine della Seconda guerra mondiale

Pubblicato in Attualità

Il colosso raffigurerebbe invece Psammetico I della 26esima dinastia. “Non confermiamo al cento per cento che la statua appartenga a Psammetico I, ma speriamo di trovare altri frammenti e identificare la statua nei prossimi mesi", ha detto il ministro delle Antichità egiziane, Khaled El Anany

Pubblicato in Attualità
Pagina 1 di 3


300x300_canaletto_2.jpg

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio