160x142_banner_banksy.gif

Martedì, 20 Luglio 2021 16:07

Campari Soda, le video-opere NFT dell’artista Marco Oggian, che reinterpreta l’iconica bottiglietta, all’asta sul portale OpenSea  

Scritto da 

Il ricavato derivante dalla vendita sarà devoluto al Poli.design, per supportare attivamente la formazione dei giovani talenti del design

MILANO - Anche Campari Soda sbarca nell’innovativo mondo degli NFT insieme all’artista Marco Oggian, appartenente alla piattaforma di artisti Pocko.

È stato possibile, infatti, acquistare tramite crypto valuta sul portale https://opensea.io/marco_oggian quattro riproduzioni di un’opera digitale in formato video composta da 32 frame (a ricordare l’anno di nascita del brand, 1932) e che reinterpreteranno l’iconica bottiglietta.  L’intero ricavato verrà devoluto a un’istituzione di rilievo come Poli.design - realtà di riferimento a livello internazionale per la formazione post-graduate in Design del Politecnico di Milano con l’obiettivo di sostenere e stimolare la crescita dei giovani talenti nell’ambito del design. Ma nCampari_Soda_Marco_Oggian.jpgon solo! Campari Soda, brand #senzaetichette per eccellenza, offrirà a chiunque lo desideri l’opportunità di scaricare dal sito web camparisoda.com - gratuitamente in formato PDF - uno dei 32 frame unici di cui ciascun video è composto. 

Le opere appartenenti alla crypto arte godono di una certificazione realizzata grazie alla tecnologia blockchain e sono acquistabili tramite valute digitali. Ogni opera è unica, in quanto registrata con gli ormai conosciutissimi NFT, acronimo di Non-Fungible Token

Originario della provincia di Varese, Oggian ha visto i propri progetti artistici esposti nelle gallerie e mostre di Parigi, Barcellona, Londra, Berlino e Tokyo, oltre che pubblicati in più di 20 libri, spaziando dal design all’illustrazione, fino alla tipografia e fotografia.

La collaborazione nasce con l’obiettivo di rafforzare, in un modo sempre più originale, il forte legame tra Campari Soda e il mondo del design, nato nel lontano 1932. In quell’anno, infatti, Davide Campari - imprenditore illuminato e grande appassionato di arte - creò il primo aperitivo monodose della storia e chiese al futurista Fortunato Depero di disegnare l’inconfondibile bottiglia a forma di calice rovesciato da 9,8 cl. 

Ultima modifica il Martedì, 20 Luglio 2021 16:11


250x300px.png

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio