160x142-banksySarzana.gif

Martedì, 13 Aprile 2021 15:24

Matthew Brannon alla galleria Giò Marconi di Milano. Foto

Scritto da 

Fino al 3 giugno 2021 una mostra dell’artista che con il suo stile unico cattura il momento attuale e lo restituisce attraverso immagin densamente colorate e ricche di dettagli

Matthew Brannon Holding Pattern, 2021 2 silkscreen sheets with hand painted elements on paper 185 x 277 x 6 cm (framed) Photo: Kevin Frances Matthew Brannon Holding Pattern, 2021 2 silkscreen sheets with hand painted elements on paper 185 x 277 x 6 cm (framed) Photo: Kevin Frances

 MILANO -  Uno stile particolare e unico quello di Matthew  Brannon che, fino al 3 giugno 2021, è protagonista con la sua terza personale alla Giò Marconi di Milano. 

"Col Shoulders / Foreign Affairs / Seafoo Dinners / Powe Vacuum / and The Last Gate at the End of a Ver Lon Terminal" è il titolo dell’esposizione che l’artista ha realizzato nel corso di questo anno “surreale”.

“Ho immaginato un aereo sospeso a mezz’aria sopra una città in un qualche moment durant il  secolo  scorso.  - Spiega Brannon - Legger com un piuma pesante come una balena. Ogni opera mostra il sedile di un passeggero invisibile. È i se d un produzion teatral dop ch l spettacol è  finit le telecamer sono spente. È quel moment in cui ti svegli appena prima di ricordart tutt quello  che devi fare. È il centr di un libr che ho scritto molt temp fa. È un spazi in cu puo entrare Il mond fluttuante”.

Classe 1971, originario dell’Idaho,  Brannon, scrittore e artista,  vive e lavora a New York. Le sue opere sono presenti nelle collezioni permanenti di numerosi musei: the Museum of Modern Art, New York; Whitney Museum of American Art, New York; Los Angeles County Museum of Art, Los Angeles; Hammer Museum, Los Angeles; Denver Art Museum, Denver; Albright-Knox Art Gallery, Buffalo; DESTE Foundation for Contemporary Art, Atene; Museo Madre, Napoli.

Brannon è molto conosciuto soprattutto per il suo approccio alle tecniche di stampa. Lavora, infatti,  principalmente con la serigrafia  la  tipografia pratich ch invitan alla  giustapposizione giocos d immagin testo L sensibilità  letteraria l'arguzia l'uso giocos del linguaggio  e il fascino per la psicoanalis sono stati a lungo gli elementi chiave del suo lavoro. Da scultura e pittur a installazione e video: l'artista tratta ogni mezzo espressivo con la massima precision e con uno straordinari senso del dettaglio.

La mostra di Brannon in galleria riguarda il concett di viaggio e il passare del tempo. Da quand il mond si è fermat all'inizi del 2020 e le chiusur globali hanno tenuto le persone a casa, l'idea di viaggiare liberamente è diventata quasi un'ossessione.

In sala son in mostr gli intern degli  aerei dai color vivaci:  un’oper di grand dimension sulla  paret d fond mostr la  cabin d pilotaggio dell'aereo mentr oper d medi dimension s ciascun dell pareti laterali raffigurano diverse file di sedili.

Ogni pezzo da solo non è solo un'opera d'arte bidimensionale ma evoca un raccont breve con un titolo stravagante e una trama accuratamente delineata Tutte le opere combinat sembran capitol diversi di un diario d viaggio L'abilità  d Matthe Branno ne tradurr l oper d'art in storie  ricch d dettagli  è  visibile  allintern della  mostra confin tra immagine e narrazione sono sottili.

Vademecum

Gió Marconi
Via Tadino 20
20124 Milan
T. +39 02 29404373
E. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.giomarconi.com

 

Ultima modifica il Martedì, 13 Aprile 2021 15:40


300x250-banksySarzana.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio