Stampa questa pagina
Venerdì, 26 Marzo 2021 17:55

I Lupi di Liu Ruowang arrivano ad Avella. Foto

Scritto da 

La città campana è la quinta in Italia ad accogliere l’installazione del celebre artista cinese. L’esposizione, fortemente voluta dal sindaco Domenico Biancardi, è curata dall’artista e curatore Alfred Mirashi Milot con la direzione artistica di Michele Stanzione

AVELLINO - I celebri Lupi di Liu Ruowang, tra i maggiori artisti cinesi contemporanei,sbarcano nella città di Avella, proprio di fronte al municipio, dando vita a una “parentesi” contemporanea tra gli storici gioielli del luogo, come il castello longobardo, l’anfiteatro romano e la necropoli monumentale. 

Dopotutto il lupo è anche il simbolo dell’Irpinia per cui, il branco di lupi plasmato dall’artista si inserisce perfettamente nel contesto territoriale, creando al tempo stesso un forte legame con lo spazio pubblico. 

Scultore e pittore, Ruowang, attingendo sia alla tradizione orientale che occidentale, propone narrazioni semplici ma molto simboliche e, soprattutto, imperniate di un forte significato legato ai temi ecologici e ambientali.

Il branco di lupi, apparentemente minaccioso e di grande impatto visivo, proposto già in Italia alla Biennale di Venezia, a Torino, a Napoli ed infine a Palazzo Pitti e Piazza Santissima Annunziata a Firenze, con l’organizzazione della Galleria degli Uffizi, è un lavoro incentrato sulla critica nei confronti di un mondo che si sta autodistruggendo, in cui i lupi sono l’ultimo appello disperato alla salvaguardia della terra, reso ancor più urgente dai drammatici effetti del covid-19.

Realizzati in ferro, ognuno del peso di 280 kg, questi lupi invitano dunque a riflettere sull’atteggiamento predatorio dell’uomo nei confronti della natura.

La propensione del maestro cinese per le grandi dimensioni fa sì che le sue opere sfiorino la monumentalità, senza che questo possa costituire un ingombro o un ostacolo alla percezione del contesto circostante. 

“I lavori sono presentati in gruppi – spiega l’artista – perché la ‘pluralità’ è il tipo di forma e di forza di cui ho bisogno quando sono intento a esplorare la relazione tra l’essere umano e l’ambiente, anche alla luce del fatto che la Cina è da tempo un paese che porta avanti uno spirito collettivista. Creare i miei lavori in serie o gruppi corrisponde per me a un linguaggio strutturale del mio fare artistico che supera il linguaggio scultoreo”.

Essendo all’aperto, la mostra ad Avella sarà tranquillamente fruibile dai cittadini, senza rischi di assembramento. 

L’evento è organizzato dal Comune di Avella in collaborazione con l’associazione Millevolti.

Vademecum

Liu Ruowang
“Lupi ad Avella”
Organizzata da: APS Millevolti
Curatore: Milot
Direttore Artistico: Michele Stanzione
Collaboratori: Lai Junjie, Liu Ziqi
Promossa dal Comune di Avella
Orario: 24h su 24
Location: Piazza Municipio, Avella (AV)
Crediti fotografici: Michele Stanzione

Ultima modifica il Venerdì, 26 Marzo 2021 18:12
Redazione

Ultimi da Redazione

Articoli correlati (da tag)