160x142-banksySarzana.gif

Questi, insieme agli altri due trovati in passato nel sito, portano a 11 il numero complessivo di individui presenti nella Grotta, che si conferma  uno dei luoghi più significativi al Mondo per la storia dell'uomo di Neanderthal

Pubblicato in Attualità

Il sito archeologico sul colle Aventino sarà visitabile a partire dal 7 maggio. Gli scavi sono stati realizzati sotto la direzione della Soprintendenza speciale della Capitale insieme a Bnp Paribas Real Estate

Pubblicato in Attualità

Dall’11 giugno, la Valle Camonica romana – una delle realtà archeologiche più sorprendenti dell’intero arco alpino – avrà un nuovo museo di riferimento, in una più grande e adeguata sede

Pubblicato in Attualità

I lavori, che saranno realizzati e interamente finanziati dalla Open Fibe, prevedono il mantenimento sul luogo dei reperti rinvenuti sui quali sarà posto un vetro calpestabile 

Pubblicato in Dal territorio

Una piccola meridiana d'avorio, con un'altezza e una larghezza di poco più di 5 cm, databile tra la metà del II secolo a.C. e la fine del I secolo a.C. Un tesoro che svela nuovi dettagli sulla vita della città toscana quando l'attuale Piazza dei Miracoli era occupata da un complesso residenziale di domus 

Pubblicato in Attualità

Un sito risalente al VI secolo a.C..Il sopralluogo ha consentito di recuperare numerosi reperti archeologici dello stesso periodo, tra i quali una importante porzione di colonna 

Pubblicato in Dal territorio

Nel cuore della città L'Ile-Rousse sono emerse una quarantina di tombe datate dal III al VI secolo d.C. Un ritrovamento che getta nuova luce sul ruolo dell'isola e sugli scambi che avvenivano nel Mediterraneo occidentale

Pubblicato in Dal territorio

La missione archeologica, guidata da Zahi Hawass, come annuncia la pagina Facebook del ministero del Turismo e delle Antichità egiziane, ha riportato alla luce la "più grande città antica dell'Egitto", nel sud del paese, che ha continuato ad essere utilizzata fino almeno al faraone Tutankhamon

Pubblicato in Attualità

Nell’ambito di uno scavo archeologico avviato lo scorso agosto, sono tornati alla luce altari dedicati alla dea Fortuna Primigenia e Iside e una statua in marmo raffigurante la dea Igea

Pubblicato in Attualità

Il monumento fu probabilmente fatto costruire dall'imperatore persiano Ciro il Grande, o dal figlio Cambise, nel  539 avanti Cristo, ed è una copia persiana della famosa Porta di Ishtar, che si trovava a Babilonia ed è oggi ricostruita al Pergamon Museum di Berlino

Pubblicato in Attualità
Pagina 1 di 45


300x250-banksySarzana.gif

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio